a

Al tuo fianco con tutta
la mia esperienza

ultimi post

Graziella Bertozzi > Costellazioni Familiari  > I fatti in Germania e le Costellazioni familiari e sistemiche di Bert Hellinger
Germania Costellazioni Familiari

I fatti in Germania e le Costellazioni familiari e sistemiche di Bert Hellinger

I recenti fatti di Hanau mi hanno fatto riflettere su quanto possano essere letti con la chiave delle Costellazioni Familiari e Sistemiche.
Non a caso le Costellazioni Familiari sono nate in Germania.

Il loro Maestro Bert Hellinger ha dedicato tutta la vita, per riportare ordine e pace nelle famiglie delle vittime e degli aggressori di quell’epoca. Quando nella mia giovinezza vivevo in Germania  non conoscevo le Costellazioni Familiari e non mi rendevo conto di quanto, i dolorosi e tragici fatti successi sotto la dittatura di Hitler, avessero inciso sulla vita del popolo tedesco e oserei dire di tutto il popolo europeo.
Infatti le conseguenze di quei fatti tremendi si vedono ancora oggi attraverso non solo gli attentati di stampo nazi-fascista, ma anche con il rinascere di ideologie che si rifanno ai valori di quel periodo.
Le Costellazioni Familiari e sistemiche mi hanno insegnato come il destino infausto dei nostri avi possa influenzare la vita e i destini dei discendenti dopo una o più generazioni.

Pensate come deve essere stato percepito dai sistemi familiari delle vittime e degli aggressori, l’Olocausto, cioè lo sterminio di milioni di ebrei, omosessuali, zingari e dissidenti.
Coloro che portavano queste vittime alla morte nei campi di sterminio poi si impossessavano dei loro beni, andavano a vivere nelle loro case, si impadronivano delle loro fabbriche e attività.
Pensate ai figli di questi aggressori, che non sapevano e non si rendevano conto di cosa facessero i loro padri durante il giorno, perché quando tornavano a casa alla sera erano dei padri amorevoli e protettivi nei loro confronti e nei confronti della famiglia.
Mi capita spesso nella mia professione di Costellatrice di ascoltare lamentele da parte di persone che criticano i loro genitori perché non si sono, a parer loro, comportati nel modo giusto nella loro infanzia.
Cioè non  hanno dimostrato loro l’amore così come si pretende oggi dai genitori, non hanno permesso loro di fare ciò che volevano e così via.
Quei figli dei nazisti scoprendo cosa avevano fatto i loro padri cosa avrebbero dovuto fare? Ucciderli? Separarsi da loro e dimenticarli?

I genitori sono i genitori, ci hanno dato la vita e questo è il più grande dono che potessero farci.
Le loro colpe, i delitti di cui si sono macchiati durante la loro vita, riguarda solo loro e la società.

Comunque questi delitti hanno lasciato un grande segno nell’anima dei discendenti, un segno che fino a quando l’ultimo tedesco, ma oserei dire l’ultimo europeo, non dirà di essere responsabile di cosa è successo anche se non c’era, non sapeva, o non era ancora nato, la sequenza delle vittime e dei carnefici, continuerà.
Perché le vittime alla lunga diventano degli aggressori e così gli aggressori alla lunga diventano delle vittime.
E noi lo vediamo oggi in medio oriente così come in tante altre parti del mondo.
E’ un problema sistemico. Esiste un sistema “Germania” così come esiste un sistema “Europa”.

Tutto quello che succede in un sistema che non rispetta gli Ordini dell’Amore lavora su tutti i componenti del sistema e sui suoi discendenti.
Quindi non mi stupisco quando qualcuno in Germania ancora oggi paghi le conseguenze di quei fatti dolorosi con il proprio destino che può anche essere quello di essere portato ad uccidere tutti i “diversi”, così come facevano durante il nazismo.

Siamo tutti collegati, dentro ognuno di noi ci sono le esperienze passate di tante generazioni e a volte veniamo presi “in prestito” dal sistema energetico per portare alla luce fatti avvenuti nel passato che hanno bisogno di essere compensati per perdere la loro forza e il loro potere.

No Comments

Leave a reply